Salta al contenuto principale

Beni culturali e diritto d'autore

Normativa e case studies per approfondire la tematica del diritto d'autore in un ambito particolare

Beni culturali e diritto d'autore

Il 1° aprile 2019 presso la sede di Confindustria Emilia Area Centro a Bologna si è tenuto l'evento "Beni culturali e diritto d'autore" promosso da ACEF - Associazione Culturale Economia e Finanza, incentrato sull’importanza e ruolo del diritto d’autore nella tutela e valorizzazione dei beni culturali, nel corso del quale sono stati approfonditi presupposti e strumenti normativi, giurisprudenza e prassi, con l'analisi di interessanti case study.

Di seguito è possibile visionare gratuitamente e completamente in chiaro i video degli interventi e i materiali di lavoro.

 
SALUTI DI INDIRIZZO
 
NE HANNO PARLATO

Gianfranco Barbieri - Studio Barbieri & Associati Dottori Commercialisti, Bologna

Vincenzo Di Cataldo - Professore ordinario di Diritto Commerciale, Dipartimento di Giurisprudenza Università di Catania

Gianpietro Quiriconi - Studio Legale Quiriconi, Milano

Carlo Piana - Avvocato, Partner Array, Milano

Domenico Capra - Avvocato, Studio Legale Associato Capra-Cappellini, Università Milano - Bicocca

Il commento di Gianfranco Barbieri alle due tesi

Paolo Agoglia - Consulente legislativo, esperto di diritto d'autore

Angelo Paletta - Professore Associato di Economia aziendale, Prorettore Università di Bologna

Corinna Giudici - Funzionario Storico dell'arte, Direttore Archivio fotografico del Polo Museale dell'Emilia-Romagna

Franco Broccardi - Commercialista, BBS-Lombard, Coordinatore del Gruppo di lavoro CNDCEC "Economia e cultura"

Claudio Buja - Presidente Universal Music Publishing Ricordi

Quesiti del pubblico

 

Tutti i video degli interventi e delle interviste realizzate a latere del convegno sono disponibili CLICCANDO QUI

I relatori, partendo da due recenti provvedimenti del Tribunale delle Imprese di Palermo e di Firenze, hanno evidenziato interessanti opportunità di valorizzazione del patrimonio culturale pubblico. Data la straordinaria ricchezza, varietà, distribuzione territoriale e frammentazione del patrimonio artistico italiano, l’adozione di adeguate forme di tutela e valorizzazione anche economica dei diritti derivanti dalla titolarità dei beni culturali, in ogni forma, può dare un contributo non trascurabile all’entrate di ciascun Ente titolare o Concessionario di tali diritti.

Il programma è disponibile A QUESTO LINK

Per informazioni è disponibile la segreteria di ACEF allo 051 231125 oppure via mail all'indirizzo convegni@economiaefinanza.org

Per vedere alcuni contenuti devi essere un utente registrato.

La registrazione è gratuita e non richiede informazioni di profilazione.

Registrati ora.

© 1996-2019 Barbieri & Associati Dottori Commercialisti Bologna Italy, c.f. e p.i. 04030700373. Riproduzione vietata, tutti i diritti riservati.